Treviso | E’ forse il dolce più amato, sicuramente il più conosciuto nel mondo. Dall’America alla Cina, tutti lo vogliono. E’ il Tiramisù, dolce trevigiano che nasce proprio qui nel cuore del centro storico della Marca. Negli inizi degli anni ’60 il Tiramisù vede l’alba per la prima volta nella cucina delle Beccherie, dietro i portici di Piazza dei Signori.

ricetta tiramisù trevisoCome il nome suggerisce è un dolce che da carica e forza per la presenza delle uova, dello zucchero e del caffè. Il Tiramisù è per tutti. Ottimo ricostituente, adatto ai bambini ma anche alle donne dopo il parto, come vuole la tradizione.

Le storie e le ciacoe trevisane narrano che anche nelle case chiuse de “Cae de Oro”, antico quartiere non distante dalla chiesa di San Niccolò, si usasse porgere ai clienti una fetta di Tiramisù, dopo la “danza trevigiana” tanto narrata dal film “Signore e Signori”, simbolo dell’amore in città.

ricetta tiramisù Treviso Toni del Spin Alfredo Sturlese
Alfredo Sturlese, Titolare della trattoria “Toni del Spin”

Da allora molte sono le ricette che hanno visto trasformarsi il Tiramisù, ma noi siamo andati a farci raccontare la ricetta originale in un locale a pochi metri da dove sorgevano quelle antiche Beccherie.
In via Inferiore la Trattoria “Toni del Spin” serve ai tavoli ininterrottamente dal 1880, e il titolare Alfredo Sturlese ci ha aperto le porte della sua cucina per mostrarci la vera ricetta trevigiana del dolce più famoso del mondo.

La ricetta

Tuorlo d’uovo, zucchero, savoiardi, caffè, mascarpone e una spolverata di cacao. Sono gli ingredienti del Tiramisù. Una preparazione semplice e veloce, che non prevede alcuna cottura. Pronto in 5 minuti. Zucchero e uova si mescolano al mascarpone. La crema che si crea, sarà la base del nostro Tiramisù, prima di inzuppare i savoiardi nel caffè, rigorosamente tiepido. I savoiardi, uno a fianco all’altro, copriranno tutta la teglia. Si andrà ora a coprire con un primo strato di crema per poi andare a creare un altro strato di savoiardi inzuppati. Copriamo nuovamente con la crema e infine spolveriamo il cacao su tutta la superficie. Mettiamo a riposare nel frigo …e il Tiramisù è pronto. Buon Appetito!

Da quello in bicchiere con le scaglie di cioccolato a quello con le fragole. Rivisitazioni fantasiose e esperimenti culinari che hanno spostato altrove il nome Tiramisù. In molti hanno tentato di “scipparci” il famoso dolce “made in Treviso”, dal vicino Friuli fino ad arrivare alle ricette oltreoceano. Il Tiramisù rimane ancora in queste tavole a dare la giusta carica ed energia alla Marca gioiosa et amorosa.

“Alimentazione e Informazione” a cura della Redazione di QdpNews.it

Video, Foto e Articolo di Alberto Pezzella